7 maggio 2009
Vandari, un bianco che sfida il tempo
Antonio Corbo su Repubblica scrive un articolo sul bianco di Nicola Venditti.
"Niente legno, solo biologico.
In due tratti c'č l'identikit di enologo e produttore...
I suoi vini sono il canto libero della natura..."

30 aprile 2009
Un bianco che
non invecchia mai
Pasquale Porcelli sul Corriere del Mezzogiorno - Puglia scrive un bellissimo articolo sul Vāndari falanghina 2006.
"La falanghina Vāndari del 2006 č un bell'esempio di longevitā unitamente a complessitā acquisita con il tempo. Naso maturo di frutta gialla e tropicale con sfondo minerale. Sorso pieno con sottolineature acido-sapido-agrumate di grande piacevolezza e persistenza e che lasciano presupporre ancora un ulteriore felice evoluzione."
L'articolo per gentile concessione č pubblicato anche sul giornale di enogastronomia Wine-surf
30 marzo 2009
Antica Masseria Venditti
Nicola, dal torchio di Plinio alla Barbetta
Pino Savoia pubblica un articolo sulle Vie del vino di Pianeta Gusto - Primavera 2009
"...Nicola con orgoglio e la consapevolezza di chi sa di aver realizzato un qualcosa di unico, ci mostra il vigneto didattico antistante la cantina, dove con doviszia sono allevati tutti i vitigni..."
13 marzo 2009
La strana storia del Barbera del Sannio
La giornalista Luciana Squadrilli scrive:
Poco conosciuto č il barbera del Sannio, vitigno particolarissimo nella storia e nel profilo gustativo. "Il nome deriva da un errore nella catalogazione ufficiale - racconta Nicola Venditti - quando furono riscoperte le antiche barbatelle salvate da mio zio all'epoca della fillossera". Lo zio, podestā del paese, portava il soprannome di Barbetta, che č infatti il nome del vino Doc Sannio dell'azienda. Intenso e riconoscibilissimo, il Barbera del Sannio si lascia bere con estrema piacevolezza e ben accompagna piatti della tradizione locale come zuppe di legumi, carni alla griglia e formaggi.
Una piccola gemma di (ri)scoprire.
indietro avanti
Š 2011 antica masseria venditti p.iva 00850140625    art director benedetto longobardi ruju