5 novembre 2011
MARRAIOLI AGLIANICO
BEST WINES 2012
La nuova Guida D’Agata & Comparini, edita dalla MB Editori, sarà presentata come tradizionalmente avviene ormai da molti anni all’International Weinfestival di Merano, manifestazione che, assieme al Vinitaly di Verona, rappresenta il momento d’incontro più importante dell’anno per il vino. La premiazione avverrà a Merano sabato sera 5 novembre 2011 alle ore 18,15 al Teatro Puccini, in Piazza del Teatro, a due passi dal Kurhaus.
La scelta di premiare il Marraioli aglianico di Nicola Venditti, è il frutto di un lungo processo di degustazione e confronto svolto dai collaboratori e dai curatori della guida, culminato nelle degustazioni finali effettuate da Ian D'Agata e Massimo Comparini nel mese di agosto scorso. 215 sono i vini segnalati da tale guida in tutt'Italia, 27 in Campania, e 1 in provincia di Benevento, il Marraioli aglianico biologico della Antica Masseria Venditti di Castelvenere (BN).
Il prestigioso premio giunge a conclusione di un anno felicissimo per i vini di Nicola Venditti. Ad aprile viene assegnata la Gran Menzione al concorso internazionale del Vinitaly di Verona al Vàndari falanghina 2010. Ad inizio luglio a Roma, Arancera di San Sisto, la consegna della prestigiosa Medaglia d'Argento a Biodivino 2011, concorso internazionale riservato esclusivamente ai vini biologici. A Radici del Sud, nel mese di giugno, a Savelletri di Fasano località Borgo Egnazia nell'ambito de Festival dei Vitigni autoctoni del Sud, il Marraioli aglianico viene selezionato come migliore aglianico della Campania. La premiazione avverrà a Masseria Bàrbera di Minervino Murge il 21 novembre prossimo. Domenica 23 ottobre a Rho, Fiera di Milano con la presentazione di Slow Food della Guida Slow Wine 2012 c'è stata la proclamazione delle chiocciole e vini Slow. Per la provincia di Benevento una sola chiocciola ed un solo vino Slow.
Il simbolo della Chiocciola "E' assegnato alle cantine che ci piacciono in modo particolare per come interpretano valori organolettici, territoriali, ambientali e identitari, in sintonia con Slow Food!", questa la motivazione del premio che viene assegnato alla Masseria Venditti per il secondo anno consecutivo. I vini Slow "sono le nostre etichette del cuore "dal sito www.slowine.it " per essere molto semplici e per una volta, forse un po’ banali, si tratta di quelle bottiglie che tutti noi collaboratori di questa guida, se fossimo invitati a una cena, porteremmo in dono. Non solo perché si tratta di vini dalle qualità organolettiche eccellenti, ma perché aprendole potremmo raccontare una storia, a volte curiosa, altre volte commovente, ma che avrà come protagonisti i volti e le mani di viticoltori dalla grande sensibilità agricola."
"E' un anno fantastico, racconta l'enologo Nicola Venditti patron della Masseria Venditti, che corona gli sforzi messi in atto per la produzione di vini di alta qualità. Questi successi così importanti danno molta visibilità e dimostrano che vini che piacciono si possono ottenere, anche rinunciando alla chimica. Tutti i miei vini infatti sono certificati biologici, ufficialmente dal '97 ma già dal 1988 questa tecnica innovativa era scritta sulla recensione aziendale sul Gambero Rosso 88. Il lungo percorso che è stato avviato alcuni anni fa nel ripensare tutta la filiera produttiva ed adeguarla alle tecnologie innovative, anche dal punto di vista architettonico, consente ai numerosissimi eno-turisti che visitano il centro aziendale "isola di cultura del vino" di ripercorrere tutta la filiera produttiva e conoscere la vera storia dei vitigni autoctoni locali. Il vigneto didattico è unanimemente riconosciuto "un piccolo museo della biodiversità", la cantina nuova con le capriate il legno lamellare è meta di percorsi enoici interessanti. La sala degustazione con il torchio di famiglia del 1595 e le opere autentiche di "donna Lorenza" sono senz'altro qualcosa di unico dove poter degustare i miei vini doc. Visitare l'isola di cultura del vino, degustare un vino bio, di un terroir unico, senza legno e per giunta biologico, è da consigliare ai migliori amici."
30 settembre 2011
WINESTORIES di Mauro Fermariello
Mauro Fermariello sul sito WINESTORIES pubblica bellissime foto e video.
E’ una bella campagna, dolce, terra buona e vocata per il vino.
Peccato che trent’anni fa non abbia incontrato Nicola Venditti, me ne sarei risparmiati altrettanti di cattive bevute.
23 settembre 2011
Marraioli 2007 Sannio doc dell’Antica Masseria Venditti: l’aglianico che non ti aspetti / Voto 90/10
Vista 5/5. Naso 25/30. Palato 25/30. Non Omologazione 35/35
pubblicato sul blog
LUCIANO PIGNATARO WINEBLOG
Negli ultimi anni il lavoro di Nicola Venditti in cantina ha sempre più convinto per gli enormi progressi dei vini bianchi, nelle piacevolissime interpretazioni sia del monovitigno Sannio Falanghina Vandari che dell’uvaggio Solopaca bianco Bacalat (da uve falanghina, grieco di Castelvenere e uva Cerreto). Ma il percorso compiuto in cantina si coglie in maniera sempre più convinta anche nei rossi, soprattutto nei monovitigni Sannio Barbera/Barbetta e Sannio Aglianico Marraioli.
21 settembre 2011
Quinta vendemmia notturna all’Antica Masseria Venditti
Un evento entrato nella tradizione campana raccontato da Pasquale Carlo, pubblicato su
LUCIANO PIGNATARO WINEBLOG
Per il quinto anno consecutivo la ‘Raccolta e racconti di vino notturno’ dell’Antica Masseria Venditti riesce a suscitare emozioni tra i tanti partecipanti. Una notte ed un giorno di grande intensità, che prendono il via con un suggestivo brindisi del bianco e del rosso ottenuto dalla vendemmia 2007. Gli ospiti sono accolti al lume di candela nel “buio” del vigneto didattico.
indietro avanti
© 2011 antica masseria venditti p.iva 00850140625    art director benedetto longobardi ruju