23 settembre 2011
Marraioli 2007 Sannio doc dell’Antica Masseria Venditti: l’aglianico che non ti aspetti / Voto 90/10
Vista 5/5. Naso 25/30. Palato 25/30. Non Omologazione 35/35
pubblicato sul blog
LUCIANO PIGNATARO WINEBLOG
Negli ultimi anni il lavoro di Nicola Venditti in cantina ha sempre più convinto per gli enormi progressi dei vini bianchi, nelle piacevolissime interpretazioni sia del monovitigno Sannio Falanghina Vandari che dell’uvaggio Solopaca bianco Bacalat (da uve falanghina, grieco di Castelvenere e uva Cerreto). Ma il percorso compiuto in cantina si coglie in maniera sempre più convinta anche nei rossi, soprattutto nei monovitigni Sannio Barbera/Barbetta e Sannio Aglianico Marraioli.
21 settembre 2011
Quinta vendemmia notturna all’Antica Masseria Venditti
Un evento entrato nella tradizione campana raccontato da Pasquale Carlo, pubblicato su
LUCIANO PIGNATARO WINEBLOG
Per il quinto anno consecutivo la ‘Raccolta e racconti di vino notturno’ dell’Antica Masseria Venditti riesce a suscitare emozioni tra i tanti partecipanti. Una notte ed un giorno di grande intensità, che prendono il via con un suggestivo brindisi del bianco e del rosso ottenuto dalla vendemmia 2007. Gli ospiti sono accolti al lume di candela nel “buio” del vigneto didattico.
17 e 18 settembre 2011
RACCOLTA E RACCONTI DI VINO NOTTURNO
Gli invitati raggiungeranno nel pomeriggio del 17 settembre l'Isola di cultura del vino per il tradizionale evento voluto ed organizzato da Nicola e Lorenza Venditti. Un "brindisi a millimetri zero" accoglierà gli ospiti, seguito dai "sapori del territorio" proposti da "donna Lorenza" nel gazebo degli ulivi. Con le WineCar gli ospiti raggiungeranno l'hotel per essere pronti a vendemmiare alle 05,00 in punto. La vestizione sarà curata nei minimi particolari, mentre l'illuminazione del vigneto didattico consentirà la raccolta notturna. Si inizierà dall'uva bianca, che naturalmente fresca sarà subito sgranellata, pigiata e separata dalle bucce, pronta per una fermentazione in bianco controllata. Si continuerà con i 10 vitigni di uve rosse che insieme saranno vinificate per ottenere un prodotto unico e particolare. Dopo il "grande lavoro notturno", un'abbondante e tradizionale colazione contadina verrà servita nel gazebo degli ulivi , consentirà agli invitati di affrontare con energia contadina la lunga giornata. Un breve e doveroso riposo mattutino in hotel consentirà agli invitati di riprendere il "lavoro" di controllo della fermentazione in tarda mattinata, di rivedere le immagini notturne nella sala Barbetta, e di essere pronti per affrontare il "pranzo contadino" di donna Lorenza nella sala del Torchio. La festa culinaria a base di specialità sapientemente riproposte saranno abbinate ai vini aziendali più rappresentativi, dal Vàndari Falanghina al Bacalàt, dal Barbetta al Marraioli e per finire Bosco Caldaia. Alle 16,30 saranno letti dalla voce di Serena, accompagnata alla chitarra da Andrea, i pensieri e le emozioni dei "vendemmiatori 2010". Poi si procederà all'asta per l'assegnazione delle prime 30 bottiglie della vendemmia 2010, 15 bianche e 15 rosse. Le particolari ed uniche bottiglie, molto curate nell'abbigliamento, custodiscono il prezioso nettare di Bacco meravigliosamente raccolto il 19 settembre 2010 alle ore 5,00. 300 bottiglie in totale per 20 vitigni, 10 vitigni bianchi e 10 vitigni rossi, un vero esempio di biodiversità. Il ricavato dell'asta sarà devoluto interamente in beneficenza. La vendita delle altre 270 bottiglie inizierà subito dopo e proseguirà sul sito internet aziendale http://www.venditti.it
Dopo la consegna delle bottiglie assegnate durante l'asta, chiuderà la manifestazione la grappa di Barbetta , con un brindisi di arrivederci alla ... prossima vendemmia notturna del 2012.
7 giugno 2011
2 MEDAGLIE D'ARGENTO A BIODIVINO 2011
Il Concorso Enologico BIODIVINO assegna 2 Medaglie d'Argento ai vini dell'Antica Masseria Venditti.

I vini biologici, Marraioli Aglianico ed il Barbetta barbera riceveranno due medaglie d'argento nella premiazione ufficiale dell'8 luglio a Roma in Campidoglio, sala della Protomoteca.
Oltre 300 i vini iscritti all`8° edizione di BiodiVino, che ha svolto le valutazioni dei campioni in concorso nel Comune di Torrecuso in Provincia di Benevento.
83 sono le medaglie assegnate, una conferma che i vini biologici hanno raggiunto livelli di qualità che non solo rispetta l`ambiente, ma soddisfa anche i parametri di qualità organolettica.
La grande partecipazione delle aziende e la qualità dei vini bio in concorso, hanno evidenziato ancora una volta che i vini bio sono al centro dell’attenzione ed il numero delle aziende che sceglie il metodo biologico è in costante crescita. L’Italia è leader europeo nelle produzioni bio; su dieci aziende bio, quattro sono italiane ed anche nella viticoltura il nostro paese è in cima alla classifica, anche se la competizione, a livello europeo ed internazionale, si fa sempre più incalzante. Quasi la metà del vino europeo realizzato da uve a coltivazione biologica è prodotto in Italia, che può contare una superficie complessiva a viticoltura biologica pari a circa 34mila ettari. Il metodo biologico è una grande opportunità per l’agricoltura italiana, ed europea, che può sopravvivere solo se sceglie con decisione la qualità; una qualità che sia declinata nei parametri organolettici, ambientali e sociali. Un alimento, infatti, è buono quando piace, quando rispetta e non pregiudica l’ambiente in cui viene prodotto, quando assume la necessità di corretti rapporti sociali, quando propone una solidarietà tra chi produce e chi utilizza i prodotti della terra.

In attesa della premiazione ufficiale, i vini premiati si potranno degustare al prossimo "BIO DAY" il 14 giugno all'Enoteca Italiana di Siena, Fortezza Medicea. Le aziende vincitrici del prestigioso concorso con i loro vini biologici saranno presentate alla stampa per una conoscenza più attenta ed approfondita.
Il Marraioli Aglianico, si presenta di colore rosso porpora, di ottima consistenza. I profumi di notevole intensità sono fruttati, floreali, speziati, eterei. Si ravvisano frutti di bosco, noce, viola, tabacco, spezie. Al gusto è secco, sapido, giustamente tannico, intenso e molto persistente. Si abbina a piatti strutturati, arrosti, pecorino e formaggi stagionati.

Il Barbetta Barbera, ottenuto dall'antico vitigno salvato negli anni ’30 dalla fillossera ad opera di campi sperimentali effettuati su terreni dei Venditti, su indicazione delle “cattedre ambulanti”, si presenta di colore rosso rubino carico con riflessi violacei. Al naso è fruttato con sentori di marasca, frutti di bosco e viola. Al palato risulta secco, morbido, di corpo e persistente. Di gran carattere e personalità. Si abbina a piatti saporiti, a legumi, carni rosse grigliate o con sughi, formaggi duri.
I due prestigiosi riconoscimenti si sommano alla GRAN MENZIONE ricevuta all'ultimo Vinitaly per il Vàndari Falanghina, e pongono l'azienda di Nicola Venditti ai vertici dell'enologia non solo campana.

Un buon motivo per brindare veramente … alla salute!
indietro avanti
© 2011 antica masseria venditti p.iva 00850140625    art director benedetto longobardi ruju