Il nome Bacalát proviene dal cognome dei vecchi possessori della vigneto che gli antenati della Famiglia Venditti acquistarono a fine ‘800.

Parte della famiglia viaggiò in America alla ricerca di lavoro, dopo alcuni anni fecero però ritorno ed acquistarono il vigneto dalla famiglia Bacalát, probabilmente di origine francese.

Il vigneto di produzione di Bacalát è uno dei più antichi della Famiglia Venditti, reimpiantato nel 1972.

Vino Biologico
Reg. CEE 203/2012

Vino Biologico
Reg. CEE 203/2012


zona di produzione
comune di Castelvenere
foglio 1 – particelle n. 168 – 169 – 521 – 675

vitigni
Falanghina, Grieco di Castelvenere e «cerreto» cloni autoctoni locali

temperatura di servizio
tra 8 e 10 gradi

numero di bottiglie
produzione limitata di circa 1333 unità

produzione per ettaro
in media 5600 kg di uva

resa dell’uva in vino
circa il 70% per una resa in vino di 39 hl per ettaro


Si presenta colore giallo paglierino con riflessi verdolini. I profumi sono ampi andando dal fruttato all’erbaceo. Al gusto è secco, sapido, di notevole persistenza ed armonico. Si abbina a pietanze a base di pesce e primi piatti con funghi, carni bianche e formaggi freschi.

Informazioni aggiuntive
Peso 1.450 kg

Centro Preferenze Privacy